Mooji: Tutto quello che devi sapere.

Tutto quello che devi sapere. “A volte, quando lo stato di osservazione accade e molti sono arrivati a quello stato di non-mente, di non-io (e non è difficile portarvi lì), qualcosa non rimane, perché ha richiesto molto impegno alla mente. Quando questo stato di osservazione accade, la mente ha un periodo di tempo per finirvi, tutti i vostri desideri, gli … Continue reading

Charlotte Joko Beck: Essere dove siamo è perfetto.

Essere dove siamo è perfetto. “Dall’albero secco sboccia un fiore”. O, in linguaggio biblico: “Ciò che tu semini non prende vita se prima non muore”. La pratica è un lento morire, passo dopo passo, disidentificandoci gradualmente da tutto ciò a cui siamo aggrappati. Se manteniamo ancora una piccola presa, non siamo morti. Tutti siamo identificati con la nostra famiglia, ma … Continue reading

Shakti: Diventare maestri di noi stessi.

Diventare maestri di noi stessi. Non c’è un momento in cui cominci a essere questo silenzio; può esserci però un momento in cui ne diventi consapevole. E poi, probabilmente, di nuovo sarai catturato dal gioco della mente, per un po’, e nel soffrire quell’attaccamento lo lascerai andare, nello stesso modo in cui un bambino impara a non toccare il fuoco, … Continue reading

Chi sono, che cosa sono realmente?

Chi sono, che cosa sono realmente? Se sono sveglia e chiudo gli occhi, vado col pensiero verso l’interno, all’inizio del respiro: ecco, sento, so di esistere. Tutto il resto di quanto conosco, riguardo alla persona qui presente, è per sentito dire, per associazioni, memorie, concetti e abitudini. Sono la tal dei tali, sono nata col forcipe, ho sposato XY, sono … Continue reading

Ego Sì o Ego No?

Ego Sì o Ego No?   L’ego è certamente uno dei temi più caldi del panorama spirituale. Ego sì, ego no, ego… forse. Fra chi dice che non esista e chi sostiene che non ce ne si possa liberare, da chi cerca di ucciderlo e chi è intento a trascenderlo, vedo che l’ego esiste e non esiste, allo stesso tempo. … Continue reading

L’io cosciente.

L’io cosciente: imparare a dirigere l’orchestra dei sé. Convinti di possedere soltanto una personalità, tendiamo a identificarci con le parti dominanti di noi stessi, senza prestare attenzione all’avvicendarsi, sulla scena psichica, di tanti altri aspetti che, cercando di far valere nell’ombra il loro diritto all’esistenza, agiscono a nostra insaputa. L’alternarsi (inconscio e perciò imprevedibile) di parti diverse della psiche, crea … Continue reading

Salvatore Brizzi: Risveglio e ricordo di sé.

Risveglio e ricordo di sé. Quando la mattina abbandonate il sonno fisico e vi alzate dal letto, sprofondate immediatamente in una condizione definita “identificazione”. Se fosse sufficiente alzarsi dal letto per essere svegli… tutto il mondo funzionerebbe diversamente. In questo stato di identificazione non possedete una consapevolezza autonoma, perché venite assorbiti – vi perdete – in tutto ciò che fate, … Continue reading

Digambara: L’oceano nella goccia – 43

L’oceano nella goccia – 43 Non c’è modo, per l’unica coscienza, di vivere le tue esperienze se non attraverso di te. L’esistenza è sempre con te e tu al suo servizio. Noi siamo gli occhi dell’Universo. Il creato avviene proprio adesso, attraverso il tuo respiro e il battito del tuo cuore, il pennello e i colori della creazione. Quanta nuova … Continue reading

Conversazioni con Ramana Maharshi.

Conversazioni con Ramana Maharshi, dal diario di Annamalai Swami. Annamalai Swami (1906-1995) ha incontrato Ramana Maharshi nel 1928, dopo che ne ebbe una visione in sogno. La prima volta che gli fece visita, Bhagavan lo guardò in silenzio per diversi minuti, infondendogli una profonda sensazione di pace. Una decina di giorni dopo, Annamalai gli chiese come avrebbe potuto raggiungere la … Continue reading

Eckhart Tolle: Come liberarsi dall’attaccamento alle cose?

Come liberarsi dall’attaccamento alle cose? Uno dei presupposti dettati dall’inconsapevolezza è che, identificandosi con un oggetto attraverso l’inganno della proprietà, l’apparente solidità e permanenza di quell’oggetto materiale fornirà anche il vostro senso di sé di una maggiore solidità e permanenza. Ciò si riferisce in particolar modo alle case e ancora di più alla terra, proprio perché credete che sia l’unica … Continue reading

Osho: Schiavi dell’establishment!

Schiavi dell’establishment!!! La società vuole solo persone profondamente ansiose, angosciate, tese, miserabili, infelici, sofferenti, perchè solo persone così possono essere rese schiave. Queste persone possono essere mandate a combattere, possono essere indotte a fare lavori idioti: in ogni caso, dato che soffrono, che importanza ha, per loro, il lavoro che fanno? Viceversa, un uomo di beatitudine possiede un’incredibile libertà: è … Continue reading

Non illuminarsi è un “valore aggiunto”.

La parabola del figliol prodigo: Perchè non illuminarsi è un “valore aggiunto”. Un giorno Yeshua prese parola e raccontò di un uomo che aveva due figli… Tutti noi conosciamo questa celebre parabola, nella quale si narra di un figlio che lascia la casa paterna per spendere la propria “eredità” in una vita dissoluta; solo una volta trovatosi in estrema povertà … Continue reading