L’io cosciente.

L’io cosciente: imparare a dirigere l’orchestra dei sé. Convinti di possedere soltanto una personalità, tendiamo a identificarci con le parti dominanti di noi stessi, senza prestare attenzione all’avvicendarsi, sulla scena psichica, di tanti altri aspetti che, cercando di far valere nell’ombra il loro diritto all’esistenza, agiscono a nostra insaputa. L’alternarsi (inconscio e perciò imprevedibile) di parti diverse della psiche, crea … Continue reading

William Patrick Patterson: La questione della verità.

La questione della verità. La questione della verità… è una questione? Veramente? La verità non è, per la maggior parte di noi, di vivere, cioè di pensare, sentire, agire, la risposta che abbiamo accettato riguardo alla vita, ciò che essa è e come dovrebbe essere vissuta? Molte persone, in particolare i giovani, non attraversano la vita pieni di domande e … Continue reading

Jeanne de Salzmann: La menzogna vi governa.

La menzogna vi governa. “Cercate, per un momento, di accettare l’idea che non siete quello che credete di essere, che vi stimate troppo, dunque, che mentite a voi stessi. Che vi mentite sempre, ogni momento, tutto il giorno, tutta la vita. Che la menzogna vi governa a tal punto da non poterla controllare. Siete preda della menzogna. Mentite in ogni … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Guidare le emozioni.

Guidare le emozioni. Spesso le emozioni ci travolgono, facendoci agitare e, conseguentemente, agire in modo non appropriato. In Oriente insegnano alcune tecniche (propedeutiche alla meditazione vera e propria – ndr) per aiutare a calmare il corpo e la mente a comprendere e a trasformare le emozioni. Una di queste si può sintetizzare in cinque fasi: Riconoscimento: Se siamo arrabbiati (o … Continue reading

Antony de Mello: Entrare nel presente.

Entrare nel presente. Siete pronti a prendere uno shock? Ascoltate! Esaminate la vostra vita. Osservate tutti i vostri pensieri e vedrete che, spesso, stanno nel passato o nel futuro. Prendete coscienza di quanto poco vivete nel presente, di quanto poco siete vivi e resterete shockati. Pensate a tutto cio’ in questo modo. State sbucciando un’arancia, per poi mangiarvela. Se la … Continue reading

Praticare l’osservare.

Quando vi sono molte barriere devi praticare l’osservare. Quando vi sono molte barriere che impediscono di praticare l’autoindagine, allora devi praticare l’OSSERVARE. Nella meditazione formale metti da parte le altre tecniche, semplicemente siediti e OSSERVA in maniera neutrale tutto quello che si presenta: pensieri, stati, ricordi, nulla… Non è una tecnica di serie ‘B’. Stando a OSSERVARE con equanimità, prima … Continue reading

Swami Sivananda Saraswati: Sorvegliare la mente.

Sorvegliare la mente. Ora veniamo alla pratica yogica che elimina le tensioni muscolari radicate in profondità e rafforza l’abilità dell´individuo a fronteggiare gli alti e bassi della vita, senza essere trascinato nei meandri dell’infelicità attraverso l´accumulo di nuove tensioni. Il metodo è la meditazione. La tecnica fondamentale di meditazione porta ad uno stato in cui le tensioni nelle differenti sfere … Continue reading

Vimala Thakar: Essere esposti alla vita.

Essere esposti alla vita. “Bisogna imparare che cos’è l’osservazione: Se io sono colui che esperisce, allora verrò coinvolto nel processo di esperire e non sarò capace di osservare il movimento della mente. […] Mentre sedevamo per qualche minuto in silenzio, dovete aver notato il pianto di un bambino. La mente faceva resistenza? Se la mente resiste allora c’è una frizione … Continue reading

Quando la realtà ti provoca.

Quando la realtà ti provoca. Uso il mondo come un esercizio continuo. Vedo le reazioni delle persone alle cose che accadono e ascolto i loro riverberi dentro di me, sento le loro voci diventare la mia e le loro guerre diventare qualcosa di personale, che mi riguarda. Mi sento spinto a dire, a reagire, a esprimere un’opinione, a fare, a … Continue reading

Auto-osservazione.

Autosservazione. Domanda: Com’è possibile l’autosservazione distaccata dei pensieri, tra la nebbia della depressione? Penso che la visuale sia appunto annebbiata e distorta, non ti sembra? Mauro: Quando non c’è la nebbia, l’occhio vede il paesaggio. Quando c’è la nebbia, l’occhio vede la nebbia. Comunque sia, la capacità di vedere dell’occhio non è diminuita o compromessa, perché vede sempre quello che … Continue reading

Lama Thubten Yeshe: Il controllo della mente.

Il controllo della mente. Molte persone immaginano che il controllo della mente sia qualcosa di simile ad una stretta, restrittiva sottomissione. In realtà, il controllo è uno stato naturale, ma non lo direste mai, vero? Voi direste che la mente è incontrollabile per natura, che è naturale per la mente essere incontrollata. Ma non è così. Quando comprendete la natura … Continue reading

Jiddu Krishnamurti: Osservare il dolore, in silenzio.

Osservare il dolore in completo silenzio. Dobbiamo considerare l’enorme problema del dolore che l’uomo non è mai riuscito a superare; può cercare di sfuggirlo, bevendo o ricorrendo a molte altre vie di fuga, ma questo non significa superarlo, vuol dire semplicemente evitarlo. Siamo di fronte al fatto della morte e al fatto del tempo; potete osservarlo in completo silenzio? Potete … Continue reading