Jeff Foster: Fanculo tutto.

How to stop giving fucks.

Fanculo tutto.

“Essere felici, essere buoni, essere positivi, essere ottimisti, essere di successo, essere svegli, essere spiritualmente illuminato. Consumare la dieta perfetta. Attirare un milione di follower su Instagram. Vivere la tua vita migliore! Scalare la tua carriera professionale.

Devi essere in forma e in salute. Essere il tuo io più perfetto. Manifesta il tuo scopo di vita. Muoviti! Ottimizza le funzioni del tuo corpo. Libera il tuo dolore, la tua paura, la rabbia, e la tristezza. Liberati dal dubbio. Innamorati dell’uomo o della donna dei tuoi sogni e vivi felicemente per sempre, e non ti sentirai mai più solo/a di nuovo.

Questo sogno è bellissimo, ma ci sta letteralmente uccidendo.

L’anima eterna non ha interesse a vivere sotto nessun ideale di felicità, anche se è bellissimo. La tua rabbia, terribile e sacra, bolle al di sotto di tutto il progetto di auto aiuto. Grida per essere autentica, per la verità a qualsiasi costo.

Fanculo con la bugia della “vita perfetta”. Questo ci rende solo depressi, ansiosi, drogati, e in verità nutre la nostra colpa e sentimenti di auto disprezzo e di fallimento. La lotta costante alla fine ci esaurisce, ci fa cadere in ginocchio.

E’ troppo lavoro per il nostro povero organismo essere “positivi” per tutto il tempo. L’ inconscio è furioso per la bugia. E vuole il suo cazzo di riposo.

Ma nel nostro stato esausto, anche con paura di contattare il nostro esaurimento, ci cappottiamo con bevande energetiche, le droghe, i mantra, la palestra, e più positività. O semplicemente ci perdiamo nel pensiero. O creiamo una nuova identità: quella del “depresso” o “il fallito”. O semplicemente “andiamo oltre” l’esaurimento e ci teniamo occupati con inutilità.

Siamo ancora in movimento a qualsiasi costo. Senza sosta.

La felicità, letteralmente ci rende infelici. Fanculo con questa forma di falsa felicità.

E’ di vitale importanza fare spazio anche per l’oscurità. Creare spazio nella tua vita per la pena, la rabbia, la vergogna, la paura, e la solitudine. Tirar fuori queste povere e fraintese creature dai loro nascondigli e portarle verso la luce.

E se non lo fai, ti prosciugheranno la tua vita come vampiri, fino a che non le ascolti. Abbi la volontà di esporre anche la tua infelicità. Dai una voce alla pena, alla rabbia, alla paura, alla solitudine che c’è nel profondo. Rompi alcuni tabù.

Dì la parola “errata”. Distruggi la falsa immagine. Forse perderai i seguaci. Forse perdere gli amici. Forse perdi il tuo lavoro. Sicuramente perderai la tua maschera.

Il cambiamento deve farti tremare di paura. Bene! E’ cosi’ che dovrebbe essere.

Forse perdere tutto e devi iniziare una nuova vita. Ma l’anima esulterà. È già passata per una miriade di morti e rinascite. Non gli importerebbe un cazzo proteggere se stessa dal cambiamento. Invece trova il cambiamento come eccitante, ispiratore, anche erotico.

Esiste una felicità molto più grande, che veramente abbraccia anche la nostra profonda infelicità, senza metterla in imbarazzo. Questa è la felicità che hai sempre desiderato. La felicità che fa in frantumi la maschera, distrugge le nostre difese, vede le nostre debolezze, la nostra vulnerabilità, il nostro dolore più profondo.. e lo accetta e ci ama così come siamo.

Allora bene; ecco il tuo nuovo mantra spirituale..

Fanculo (il concetto mentale di) felicità.
Fanculo “Namasté”.
Fanculo a cercare di essere buono.
Fanculo con la spiritualità.
Fanculo con la perfezione.
Fanculo a cercare di inserirsi.

Fanculo tutti gli dei, guru e guide che alimentano la schifosa bugia della felicità come una destinazione e un obiettivo.

Fanculo con la cultura narcisista, e basata sulla colpa che sopprime la nostra donna interiore preziosa e vulnerabile.

Accetta tutto e manda a fanculo tutto.
Benedici tutto e manda a fanculo tutto e ama tutto.
Apri il cuore a tutto.

Benedici questa sciocca mente umana, con le sue idee condizionate e i suoi standard impossibili, e i suoi tentativi infiniti di dirci come “dobbiamo” essere, O quali sono i pensieri e i sentimenti “corretti”.

Fanculo la bugia della felicità che manda tutti a una tomba precoce.

Proteggi il bambino interno, a colui che a volte si sente infelice, solo, triste, disconnesso. Smettila di dirgli oggi che sia felice, che sia collegato, in pace, che sia spirituale e sia pieno di tutto. A questo bambino non importa un cazzo. Vuole solo il tuo amore.

Inonda quel triste e solitario essere interiore con curiosità, comprensione. Respira su di lui.

Fanculo con tutte le forze del mondo che cercano di danneggiarlo o zittirlo. E quando questo chiede: “Mamma, papà, devo essere felice ed essere perfetto per farmi amare?” Puoi rispondergli: “Certo che no!

Ti amo esattamente come sei. Amo le tue debolezze e le tue imperfezioni, e il tuo cuore vulnerabile. Loro sono così belli per me, e va bene non sentirsi in pace. Non devi essere felice in questo momento. Siamo infelici insieme”.

Ora si, questa è la fottuta felicità.

Jeff Foster

Fonte

WooshDe7Torna Su

Precedente Eckhart Tolle: La nostra responsabilità primaria. Successivo ZeRo: Fottetevene.