ZeRo: L’ego ama fare il maestro.

L’ego ama fare il maestro.

All’ego piace essere il maestro di tutti. Il maestro del proprio partner, di proprio figlio, dei propri colleghi, della propria compagnia, delle proprie relazioni, della propria Vita… e, ovviamente, all’ego piace essere il maestro di se stesso.

Quelli che ti incoraggiano ad essere il maestro di te stesso potrebbero – involontariamente – inneggiare al tuo ego.

All’ego piace recitare la parte del mentore o del maestro perché, così, riesce a rafforzare la propria identità personale. Questo è, naturalmente, valido anche e soprattutto per i cosiddetti Guru o Maestri Spirituali.

Al giorno d’oggi questa dinamica è molto sottile, ma comunque è piuttosto evidente sui social media, dove, con la scusa di aiutare gli altri, ci si improvvisa insegnati o Maestri di Vita.

C’è chi giustifica i propri interventi credendo di placare il dolore altrui, chi vuole portare sostegno, chi porta la luce della Verità, chi commenta per lenire la sofferenza di un perfetto sconosciuto, chi si batte (verbalmente) per esporre le contraddizioni altrui, chi dispensa, una dopo l’altra, tutte le Verità occulte: insomma c’è sempre una giustificazione per mettere in mostra la propria sapienza o la propria compassione.

Non c’è nulla di male in questo atteggiamento e, in fondo, ci siamo passati tutti.. l’importante è accorgersi che si può approcciare il prossimo con zero ego, cioè con zero desiderio di insegnare qualcosa di speciale, zero bisogno di considerazione, zero aspettative, zero desiderio di approvazione, ma, soprattutto, con zero pretesa di cambiare il mondo, di salvare qualcuno o di aiutare gli altri.

Magari quella è la volta buona che riusciamo a fare o a trasmettere qualcosa di buono senza neppure volerlo.

ZeRo

Fonte: https://risvegliodalsognoplanetario.wordpress.com/2018/11/27/lego-ama-fare-il-maestro/

WooshDe7Torna Su

Precedente Jiddu Krishnamurti: La vera religione. Successivo Ezra Bayda: Perdiamo la nostra vita un momento dopo l’altro.