La Terza Guerra, l’Ultima!

La Terza Guerra, l’Ultima!

Quella spirituale. Tanto predetta dalle civiltà antiche. La fine della massoneria. L’inizio del potere dell’Anima. Ci siamo dentro.

Tutto si muove in accordo alle leggi dell’Evoluzione. Sono in atto purificazioni collettive, quindi l’eliminazione permanente delle memorie di dolore dall’Akasha di Gaia. E di noi tutti. Questo meccanismo comporta rilasci energetici intensi (malesseri fisici ed emotivi di vario genere). È un avvenimento che andrà a modificare per sempre le frequenze di questo mondo.

Ciò che sta accadendo non è qualcosa di “gestibile” dall’essere umano, non è qualcosa che può essere fermato o contrapposto. Possiamo accettarlo o rifiutarlo. Se lo accettiamo diverremo strumento del cambiamento. Se lo rifiutiamo andremo incontro a difficoltà sempre maggiori.

La potenza creatrice dell’Universo, di cui siamo parte attiva, sta eseguendo ciò che deve per ricondurci nella giusta rotta. Se ci affidiamo agli intenti più puliti del nostro cuore e della nostra anima, possiamo diventare strumento evolutivo.

Viviamo giornate pesantissime dal punto di vista energetico (che inducono malinconia, rabbia, tristezza, apatia, paura) semplicemente perché… “i coperchi” sono stati tolti. Il buio non ha più alcun riparo e deve mostrarsi. Ogni anima è costretta a fare i conti con se stessa, con il proprio karma. Con la propria responsabilità come manifestazione divina in questa densità terrena. Tutti noi siamo chiamati all’introspezione. E non solo.

Ciò che scegliamo di essere ora è fondamentale, perché metterà le basi dei prossimi passi su cui costruire le trasformazioni necessarie per radicare il Nuovo Mondo. Il passato di questo pianeta sta ultimando il ciclo Karmico di guarigione. La primavera spalanca le porte a nuove soluzioni, perché il “vecchio” modo di vivere non può più reggersi in piedi.

Gli altari cadono. Il potere conoscerà l’umiltà. Sta già accadendo all’interno di grandi istituzioni, la consapevolezza sta letteralmente spaccando le barriere che la contrappongono.

È una battaglia, è la terza guerra. Ed è l’ultima. Non più combattuta con le armi, ma affrontata dagli avversari più antichi: paura e amore. Ecco di cosa siamo partecipi. Se siamo qui ora è perché abbiamo scelto di farne parte. Ognuno come meglio crede.

Non trattenete le emozioni perché sono intense, soprattutto per chi percepisce in profondità tali cambiamenti vibrazionali. Il corpo vive tutto questo. Amatelo ancora di più. Cercate invece la tranquillità, il silenzio, la solitudine, l’accoglienza dentro di voi degli uragani che sentite nell’animo.

E anche se spesso non li comprendete, abbiate certezza che ora è impossibile comprendere razionalmente questi sbalzi emotivi, che ci toccano così da vicino. Stiamo rimarginando secoli e secoli… e secoli, di ferite profondissime in noi.

Le informazioni di dolore che sono diventate memorie in noi e nel collettivo, tanto da divenire una griglia, in cui tutto è rimasto intatto… sappiate che ora si sta sfaldando definitivamente. Ogni dolore che ha toccato questo mondo, per millenni, ogni ingiustizia… ogni bugia, stanno letteralmente “svanendo” da questa realtà.

Abbiate fiducia in ciò che sta accadendo anche se ancora non potete vederlo concretamente con i vostri occhi… nel sottile stanno avvenendo cambiamenti irripetibili e magnifici. Abbiate verità nel cuore e forza nel portarla avanti. Abbiate coerenza verso ciò che sentite, e difendete la vostra identità divina.

Proteggetevi dalle ingiustizie con la determinazione che solo l’anima risvegliata conosce. Siate Luce. Non è più tempo di omertà e di rassegnazione. Stiamo varcando le porte di un riequilibrio che non ammette più nessuna fuga dalle nostre responsabilità.

Messaggio canalizzato da Marika Moretto (24/4/2021)

Fonte: https://www.facebook.com/marika.moretto.104

WooshDe7Torna Su

Precedente Mooji: L’evidenza di “Te”. Successivo Osho: Decalogo.