Thich Nhat Hanh: Essere o non-essere.

Essere o non essere, non è questo il problema. Occorre che andiamo al di là delle idee di essere e di non essere, di venire e andare, lo stesso e differente, nascita e morte. Venire al mondo e andarsene non è che una coppia di opposti; in realtà non c’è né venire né andare, […] né essere né non essere. … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Felicità e sofferenza.

Felicità e sofferenza. La felicità è la cessazione della sofferenza, proprio come la luce è la cessazione del buio. La sofferenza esiste. Questa è la Prima Nobile Verità. Sappiamo che qualcosa di sgradevole produce sofferenza, ma sappiamo che può causarla anche qualcosa di gradevole. Per esempio, innamorarsi può portare con sé la sofferenza. A volte vediamo solo la sofferenza. Vediamo … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Dharmakaya.

Dharmakaya. Dopo che vi siete svegliati, probabilmente scostate la tenda per guardar fuori; potreste perfino desiderare di aprire la finestra per respirare l’aria fresca del mattino, mentre la rugiada è ancora sull’erba. Ma che cosa vedete realmente «là fuori»? In effetti solo la vostra mente. Come il sole, che manda i suoi raggi attraverso la finestra, voi non siete solo … Continue reading

Thich Nhat Hanh: La brama è un vincolo.

Il primo vincolo è la brama. La nostra sofferenza deriva principalmente dalla nostra mente e da come vediamo il mondo. Nella tradizione buddhista parliamo dei dieci tipi di vincoli, samyojana, che ci legano e ci privano della libertà. La parola sanscrita samyojana si può tradurre come «nodi» e tali vincoli sono come nodi stretti dentro di noi. Ci spingono a … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Un pugno di foglie.

Un pugno di foglie. “La saggezza non è un prodotto dell’istruzione, ma del tentativo di acquisirla, che dura tutta la vita.” Albert Einstein “Un giorno il Buddha tornò dalla foresta con in mano una manciata di foglie di simsapa. Sorridendo, guardò i suoi monaci e disse: «Cari amici, ritenete che le foglie che ho in mano siano numerose quanto le … Continue reading

Thich Nhat Hanh: L’ignobile sentiero.

L’ignobile sentiero. Una volta che abbiamo chiamato la sofferenza con il suo vero nome, dobbiamo guardare a fondo per capire da dove arriva. Se accettiamo la prima verità della sofferenza, dobbiamo accettare che essa abbia le sue cause, perché tutto ha radici. Quando osserviamo a fondo le radici e le esaminiamo, abbiamo già cominciato a trasformare la nostra sofferenza. Come … Continue reading

Tich Nhat Hanh: Ascolto profondo.

Ascolto profondo. “Se non abbiamo ascoltato a fondo noi stessi non possiamo ascoltare a fondo gli altri.” Tich Nhat Hanh “Per la maggior parte del tempo, la nostra testa è talmente piena di pensieri che non abbiamo spazio per ascoltare noi stessi o chiunque altro. Possiamo anche aver imparato dai nostri genitori o a scuola che dobbiamo ricordare una miriade … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Camminare come un Buddha.

Camminare come un Buddha. Nel Sutra del Loto il Buddha è descritto come la più amata e rispettata «fra le creature che camminano su due piedi»; gli volevano tanto bene perché sapeva godersi una bella passeggiata. Nel buddhismo, camminare è una forma importante di meditazione. In effetti può essere una pratica spirituale molto profonda. Quando camminava, il Buddha lo faceva … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Il dono della non-paura.

Il dono della non-paura. Durante la mia meditazione, ho avuto una bellissima immagine, la forma di un’onda, il suo inizio e la sua fine. Quando le condizioni sono sufficienti, percepiamo l’onda e quando le condizioni non sono più sufficienti, non percepiamo l’onda. Le onde sono solo fatte d’acqua. Non possiamo definire l’onda come esistente o non esistente. Dopo quella che … Continue reading

Tich Nhath Hanh: I suoni del mondo.

I suoni del mondo. “Dio è un suono. Il Creatore del cosmo è un suono. Tutto inizia con il suono.” Tich Nhath Hanh “Bodhisattva è il termine buddista per indicare qualcuno dotato di enorme compassione, il cui compito nella vita è alleviare le sofferenze altrui. Il buddismo parla di un bodhisattva chiamato Avalokiteśvara, il bodhisattva dell’ascolto profondo, il cui nome … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Il miracolo della presenza mentale.

Il miracolo della presenza mentale. La disciplina della presenza mentale è un’ottimo strumento per diventare più consapevoli. All’inizio ci sono esercizi da fare in meditazione, seduti o sdraiati e si osserva il respiro con consapevolezza, concentrandosi a lungo solo sul respiro, che di solito facciamo inconsciamente. Poi con il tempo il focus sul respiro si espanderà anche a tutti gli … Continue reading

Thich Nhat Hanh: Quattro Nobili Verità.

Ogni Verità racchiude le altre. Anche la natura non dualistica della realtà fa parte delle Quattro Nobili Verità. Benché esistano quattro verità, ognuna di esse racchiude le altre, non le si può ritenere del tutto separate l’una dall’altra. Se capisci fino in fondo una Nobile Verità, le comprendi tutte e quattro. Se cominci davvero a comprendere la sofferenza, stai già … Continue reading